Immissione di sostanze provenienti da acque di scarico industriali nelle acque

Su incarico del Consiglio federale si sta lavorando per raccogliere le conoscenze sulle immissioni nelle acque di sostanze provenienti da attività industriali e artigianali e sono stati individuati potenziali di ottimizzazione. Le stime attuali suggeriscono che circa il 20% dell’inquinamento dei corpi idrici dovuto a microinquinanti è legato ad attività industriali e artigianali e che le singole attività possono essere responsabili di carichi molto elevati di singole sostanze. L’analisi della situazione viene effettuata in stretta collaborazione tra l’Ufficio federale dell’ambiente (UFAM) e l’Associazione svizzera dei professionisti della protezione delle acque (VSA).
Per ulteriori informazioni sul tema delle acque di scarico provenienti da attività industriali e artigianali, consultare la pagina CC Industria e Artigianato della VSA.